Di cosa parliamo quando parliamo di piscina

 

E’ ufficiale: il Comitato Piscina in Comune, che nelle previsioni di Sindaco e Rari Nantes avrebbe dovuto raccogliere circa 1,2 milioni di euro fra cittadini ed aziende di Castenaso per il progetto piscina, si è sciolto dopo avere raccolto 1.735,59 euro. Non avendo conseguito l’obiettivo, come da Statuto il Comitato ha girato il denaro al Comune che lo destinerà ad acquisto di materiale didattico per le scuole.
Non vogliamo infierire con i commenti, le cifre sono già abbastanza significative. E la frase “l’avevamo detto” non ci dà nessuna soddisfazione: i cittadini che si sono impegnati nel Comitato meritano anzi il ringraziamento di tutti, per averci almeno provato.
Ma ora è arrivato il momento della chiarezza: di cosa parla il Sindaco quando annuncia pubblicamente che “i lavori sono iniziati”? Con quali fondi? La società di scopo troverà una banca che finanzi il 100% del progetto? Presenterà un piano economico finanziario degno di questo nome o si limiterà alle slide proiettate negli incontri pubblici? Tenterà di nuovo la strada del prestito sociale, nonostante l’esperienza del Comitato lo sconsigli chiaramente?
Abbiamo presentato un’interpellanza su questi temi e ci aspettiamo risposte convincenti e documentate. Il Sindaco non lo deve a noi, ma ai cittadini di Castenaso che non meritano di avventurarsi in un’impresa che sembra un eufemismo definire “rischiosa”.

Per completezza riproponiamo questo nostro articolo del 2014, più attuale che mai.

(NB: questo articolo era stato realizzato con la collaborazione del nostro amico Francesco. Ora che non è più con noi è bello pensare che il suo lavoro si rende ancora utile).

http://www.castenaso5stelle.it/ambiente-e-territorio/castenaso-nuova-piscina-i-conti-non-tornan/