Sicurezza sulla linea Bologna-Portomaggiore

In seguito al terribile incidente ferroviario di Andria abbiamo presentato interpellanza alla Giunta per sapere se la linea Bologna-Portomaggiore, che attraversa Castenaso con binario unico, è dotata di sistemi di sicurezza in grado di prevenire simili rischi.

La risposta è stata deludente: “si ritiene l’argomento non di competenza di questo Comune bensì, eventualmente, della Regione Emilia Romagna”. La tesi non è accettabile: sappiamo bene che il Comune di Castenaso non è socio delle società che gestiscono il trasporto ferroviario locale (TPER e FER), ma la sicurezza dei trasporti sul nostro territorio è certamente di nostra competenza!

Abbiamo quindi chiesto aiuto ai nostri Consiglieri in Regione, che ci hanno fornito i seguenti dati:

  • il moderno sistema di sicurezza SCMT è presente sui soli tratti Bologna-Zanolini e Portomaggiore-Consandolo;
  • il resto della linea è dotato del sistema “blocco conta assi”, meno efficace del SCMT ma comunque migliore dell’inadeguato “blocco telefonico” che non è stato in grado di evitare l’incidente di Andria.

In sintesi, il sistema SCMT è in grado di bloccare automaticamente il treno nel  caso il binario non sia libero, mentre il “blocco conta assi ” rileva il passaggio dei treni lungo la linea, segnala eventuali anomalie, ma in alcuni casi richiede comunque l’intervento manuale dell’operatore.

I nostri Consiglieri regionali hanno chiesto l’installazione del sistema SCMT sull’intero percorso.

treno350