Il discorso d’insediamento dei Consiglieri neo eletti

Buonasera a tutti, porgiamo il nostro saluto ai consiglieri eletti e ai cittadini presenti al Signor Sindaco e a tutta la Giunta.
Vi porgiamo formali congratulazioni per l’esito delle elezioni e la larga approvazione ottenuta. I cittadini Vi hanno dimostrato grande fiducia e ora spetterà a Voi mantenere fede alle promesse fatte in campagna elettorale e scritte nero su bianco sul vostro programma.
Un ringraziamento particolare a Voi cittadini che ci avete voluti all’interno di questa assemblea, il nostro ruolo è quello di portare la voce della cittadinanza all’interno di queste mura e vice versa. Ci prefiggiamo, con la massima trasparenza, onestà e coerenza di svolgere tale mandato in prerogativa ai poteri ispettivi e di controllo, come previsto dallo statuto, informando la cittadinanza tutta su quanto accadrà all’interno della nostra amministrazione.
Quella del 25/05 non è stata una delega in bianco, i cittadini avranno un ruolo importante perché la parola chiave di questo mandato sarà partecipazione.
Il Movimento 5 Stelle non farà opposizione nel senso in cui purtroppo siamo ormai abituati ad intendere questo termine, vale a dire giudicando le proposte principalmente in base a quale schieramento le formula.
Sosterremo tutte le proposte nelle quali ci riconosceremo e che saranno volte all’interesse comune, ci opporremo fermamente a tutte quelle iniziative che considereremo controproducenti per Castenaso e i suoi cittadini.
Vi dimostreremo che non siamo un movimento di sola protesta, ma anche di proposta.
Ribadiamo la nostra posizione sulla conservazione, salvaguardia e tutela del territorio e delle risorse naturali, la promozione di fonti rinnovabili, la mobilità sostenibile, trasparenza amministrativa e spesa pubblica, raccolta differenziata porta-a-porta, che fino a prova contraria risulta essere, attualmente, l’unica strada percorribile per raggiungere gli obiettivi che l’Europa ci chiede e che ci eviteranno di incorrere in pesanti sanzioni, se ci darete prova dell’esistenza efficace di altri metodi, non sperimentali ma consolidati, a basso impatto ambientale e meno onerosi per i cittadini saremo felici di prenderle in considerazione.
Ricordiamo in questa sede il principio di sussidiarietà che deve favorire le attività e le iniziative che possono essere esercitate dall’autonoma iniziativa dei cittadini, così come previsto dallo Statuto.
Constatiamo che la nuova amministrazione ha optato per un numero di 5 assessori, pari al massimo attualmente previsto dalla legge, e per l’elezione di un Presidente del Consiglio Comunale, ruolo che in base alla legge potrebbe essere svolto dallo stesso Sindaco. Nel nostro Comune la figura del Presidente del Consiglio Comunale è stata introdotta dallo Statuto, quindi si tratta di una scelta discrezionale. Non entriamo nel merito delle scelte effettuate dalla maggioranza, che si suppone rispondano ad esigenze operative; desideriamo però avere una visione completa dei costi che verranno generati da questa struttura amministrativa, con particolare riferimento agli eventuali rimborsi spettanti ai sensi dell’art.86 del Decreto Legislativo 267/2000. E’ quindi opportuno che il Consiglio venga informato in merito agli eventuali rapporti di lavoro dipendente intrattenuti con aziende private dai nuovi assessori e dal nuovo Presidente del Consiglio Comunale, in quanto tale circostanza potrebbe determinare richieste di rimborso da parte del datore di lavoro a titolo di contributi e trattamento di fine rapporto
Esprimeremo comunque voto contrario alla nomina del Presidente. Questo  non per un giudizio negativo sulla sua persona, bensì perché riteniamo opportuno, per bilanciare i poteri politici di questo consiglio, che essa debba essere assegnata all’opposizione.
Vorremmo spendere anche due parole sul caso della ex-consigliera DaRe che ha accettato l’ennesimo gioco politico, noi le auguriamo che tutto vada per il verso giusto, ma ricordiamo che ha rinunciato ad un ruolo che le spettava di diritto, che le era stato dato dai cittadini che l’hanno votata, per accettare una nomina che potrebbe essere revocata dal Sindaco in qualsiasi momento.
Ci aspettano cinque anni di duro lavoro, ma siamo convinti, di una sana collaborazione perché il fine deve essere lo stesso: il bene comune.
Non faremo sconti. Buon lavoro a tutti

i portavoce dei cittadini

Saggin

Giordani

Gombi