Il gratta e vinci delle Unioni

“L’11 luglio scorso la regione (Piemonte, ndr) ha stilato la graduatoria dei contributi alle 56 unioni di comuni del territorio, ma la sorpresa è stata che solo le prime 32 si spartiranno il contributo totale di 2,7 milioni di euro, mentre le altre 24 non prenderanno nemmeno un euro nonostante molte di loro avessero già messo in bilancio gli stanziamenti. Per protestare contro la decisione della regione, le unioni escluse dai fondi hanno organizzato il 28 luglio una mobilitazione”

(Italia Oggi, 29/7/2016)

In altre parole: la Regione spinge i Comuni ad entrare in unione con la promessa di contributi che poi non arrivano.

Castenaso è già entrato in Unione e la Giunta sta appoggiando un inconsistente progetto di fusione, allettata da questi contributi che potrebbero anche essere virtuali.

Occorre riflettere attentamente: questi processi di trasformazione comportano costi certi, che potremmo poi essere costretti a pagare con le banconote del Monopoli.

monopoli2