Bruxelles

La scelta di continuare a basare le nostre politiche energetiche sui combustibili fossili, nonostante questi siano in via di esaurimento, sta creando enormi tensioni nel Medio Oriente ed ora anche nel nostro Continente.

Siamo sull’orlo di una guerra mondiale il cui unico scopo sembra quello di accaparrarsi le ultime gocce di petrolio. Decine di pozzi petroliferi sono caduti in mano ad una banda di briganti la cui bandiera allude all’oro nero, il loro vero dio; mentre il carburante che abbiamo consumato questa mattina per andare al lavoro forse è servito per finanziare gli attentati di Parigi e Bruxelles.

Lasciamo perdere le inconcludenti discussioni sulla superiorità culturale dell’Occidente sull’Islam e pensiamo piuttosto a fare ricerca sulle fonti energetiche rinnovabili.

Il giorno in cui non compreremo più un solo barile di petrolio sarà un grande giorno, sia per i popoli occidentali che per quelli arabi.

BRUXELLES ATTENTATO