Baratto amministrativo in consiglio

baratto

 

Novità dall’ ultimo consiglio comunale: come gruppo consiliare Movimento 5 Stelle abbiamo proposto una mozione a firma Stefania Saggin per favorire il cosiddetto “Baratto Amministrativo”. Una pratica di scambio mano d’opera – tributo comunale tra cittadino e comune, il nostro intento è quello di favorire i cittadini in difficoltà e disoccupati che non riescono a pagare i tributi comunali in cambio di ore di lavoro destinate alla pubblica utilità. La mozione non dettaglia chi sarebbero i beneficiari e le modalità di applicazione, semplicemente istituisce il “baratto” delegando alla giunta la definizione dei modi.

In aula la maggioranza di Prima Castenaso non ha accettato la mozione perchè imponeva 120 giorni per istituire la pratica, quando ci siamo detti disposti a rinunciare al vincolo temporale, la mozione ci è stata bocciata per essere troppo generica. Precisiamo che in altri comuni la mozione è passata con anche il voto PD, a Castenaso abbiamo la sensazione che le mozioni 5 stelle vengano respinte per opportunità politica.

A titolo esemplificativo, le attività destinate al baratto potrebbero essere manutenzione ordinaria, pulizia e vigilanza dei parchi, giardini, aiuole e dei luoghi pubblici, assistenza alle scolaresche, sgombero neve ecc.